Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Per approfondire le cookie policy premi il bottone POLICY.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

  • +39 (02) 8460982
  • Lun-Sab: 9.15-12 / 15:30-18
Liturgia del giorno 23 Febbraio: S. Policarpo, vescovo e martire, memoria S. POLICARPO VESCOVO E MARTIRE [Smirne (attuale Turchia), 69 - 23 febbraio 155]
Nato a Smirne nell'anno 69 «fu dagli Apostoli stessi posto vescovo per l'Asia nella Chiesa di Smirne». Così scrive di lui Ireneo, suo discepolo e vescovo di Lione in Gallia. Policarpo viene messo a capo dei cristiani del luogo verso il 100. Nel 107 è testimone del passaggio per Smirne di Ignazio, vescovo di Antiochia, che va sotto scorta a Roma dove subirà il martirio. Policarpo lo ospita e più tardi Ignazio gli scriverà una lettera divenuta poi famosa. Nel 154 Policarpo va a Roma per discutere con papa Aniceto sulla data della Pasqua. Dopo il suo ritorno a Smirne scoppia una persecuzione. L'anziano vescovo (ha 86 anni) viene portato nello stadio, perchè il governatore romano Quadrato lo condanni. Policarpo rifiuta di difendersi davanti al governatore, che vuole risparmiarlo, e alla folla, dichiarandosi cristiano. Verrà ucciso con la spada. Sono circa le due del pomeriggio del 23 febbraio 155.

(Avvenire)

Feriale : 8:30 - 18:00

Prefestivo : 18:00

Festivo : 9:00 - 11:00 - 18:00

Orari Ss. Messe

Notizie bimestrali

dalle Missioni

 

Finestra Missionaria

 Iniziative

della BottegAmica

 

BottegAmica

 Ultimo numero

bollettino parrocchiale

" il Seme "

Leggi "il Seme"

IN SILENZIO DAVANTI A GESÙ

eucaristia

È stato per me di grande consolazione vedere, nelle passate Giornate Eucaristiche, tanti di voi passare in Chiesa e mettersi in silenzio davanti a Gesù eucarestia.
Oggi mi chiedo: Cosa avrà detto il Signore al cuore di queste persone? Quali parole avrà trovato, per chi è passato a trovarlo ed è stato con Lui durante questa settimana?

 

I BAMBINI DAVANTI AL PANE CONSACRATO

Un’occasione davvero bella, per me, è stata l’accompagnare in chiesa i bambini del catechismo. Ho spiegato loro cosa sia l’adorazione, ho chiesto il silenzio, ho portato il loro sguardo a fissarsi sul Pane consacrato: è la Presenza di Gesù, oggi, in mezzo a noi.
A un gruppo di loro, in chiesa ho chiesto: “Cosa vedete sull’altare? Cosa c’è di imporrante sull’altare?”. Alcuni rispondevano: il crocifisso, altri le candele accese… Solo alla fine la loro attenzione si è fissata sul Pane consacrato. Per molti di quei bambini è stata la prima volta.

È LUI CHE PASSA TRA NOI…

In quei giorni pensavo a una cosa. Più che passare noi da Gesù, presente nel Pane consacrato, è Lui che è passato – e passa – per le panche della nostra chiesa, per le vie della nostra città.
Del resto, quel pane ci riporta alla Pasqua di Gesù: e Pasqua vuol dire appunto “passaggio”.
Il Pane consacrato è il passaggio di Gesù per le vie del nostro quartiere.
Noi possiamo incrociarlo, possiamo andargli incontro, e fare in modo che quel suo passare tra noi non avvenga invano.

SULLE STRADE DELLA PALESTINA

A volte cerco di immaginare cosa sarà stato il passaggio di Gesù per le città e i villaggi della Palestina. Molte persone accorrevano per vederlo e ascoltarlo. Alcuni non si accorgevano del suo passaggio. E i bambini? Forse non capivano chi stava passando. Forse avevano bisogno – proprio come i nostri bambini – di qualche adulto che gli spiegasse chi era quel Gesù che stava passando… Per questo dovevano stare attenti, zitti.
Qualcuno non lasciava passare invano Gesù, e gridava a lui per attirare la sua attenzione. Così successe, per esempio, al cieco. La sua vita, in quel momento, cambiò per sempre: l’incontro con Gesù donava uno sguardo nuovo a persone che, prima, non vedevano bene. Uno sguardo nuovo sulla vita e sul bene.
Altri non lo lasciavano passare invano e toccavano il lembo del suo mantello: come accadde all’emorroissa, ritrovavano in quel modo forza e coraggio per la loro vita.

LO SGUARDO DEL CIECO, LA FORZA DELL’EMORROISSA

Ecco, mi piacerebbe che la nostra preghiera silenziosa delle Giornate eucaristiche, davanti a Gesù, ci porti il frutto che recò al cieco e all’emorroissa.
Come al cieco, doni anche a noi uno sguardo rinnovato. Uno sguardo nuovo sulla nostra anima, sui nostri fratelli e sorelle, sul mondo intero, perché il nostro cuore si apra alla gioia.
E come avvenne all’emorroissa, mi piacerebbe che la preghiera silenziosa delle Giornate eucaristiche, davanti a Gesù, ci ridoni il coraggio di tornare a investire nelle relazioni, perché possiamo creare sempre più comunione tra noi.
Ricordiamoci: in queste Giornate eucaristiche non siamo stati noi a passare da Gesù; è Lui che è passato per le vie del nostro quartiere.
Preghiamo perché questo suo passaggio ci doni sguardi nuovi e forza rinnovata per costruire rapporti di comunione tra noi.

don Davide

Omelie festive di

don Davide

Le omelie di don Davide

 Notizie

dal nostro Oratorio

Oratorio in prima pagina

 Archivio de "il Seme"

bollettino parrocchiale

Archivio "il Seme"

Consulta il nostro

Calendario Parrocchiale

Vai al Calendario Parrocchiale

GEN-DIC2019

GEN-DIC<span>2019

LA DECIMA PER ESSERE CORRESPONSABILI

LA DECIMA SIGNIFICA ESSERE CORRESPONSABILI
All’inizio dell’anno vengono distribuite, a chi le chiede, 12 buste, una per mese. Ognuno porta in chiesa la busta e la lascia durante la S. Messa, all’Offertorio.
È possibile aderire alla decima, e ricevere le 12 buste mese per mese, comunicando la propria disponibilità in Segreteria parrocchiale.

I nostri Gruppi Parrocchiali

Il lavoro svolto dai Gruppi Parrocchiali è segno della vitalità e della ricchezza della nostra Parrocchia. Le tante persone avvicendatesi nelle diverse commissioni testimoniano il senso di appartenenza responsabile alla comunità, che siamo costantemente chiamati a sviluppare.

Caritas Parrocchiale

Caritas Parrocchiale

Nella nostra Comunità l’attenzione ai poveri e alle persone in difficoltà non è mai mancata. Il primo in-contro della Commis-sione Caritativa è avvenuto nel 1964 mettendo in atto tante iniziative a sostegno delle famiglie nel bisogno ...

Approfondisci
Gruppo Missionario

Gruppo Missionario

Il gruppo missionario, presente in parrocchia fin dal 1969, ha come scopo il sostegno economico e spirituale delle missioni “ad gentes” e la sensibilizzazione ai temi missionari della comunità parrocchiale, in sintonia con la Diocesi ...

Approfondisci
Catechismo iniziaz. cristiana

Catechismo iniziaz. cristiana

Il catechismo dell'inizia-zione cristiana si rivolge ai bambini di II - III - IV - V elementare e ai ragazzi di I media introducendoli e accompagnandoli all’in-contro personale con Gesù nella comunità cristiana. Ciascuno di loro, durante il cammino si scoprirà: figlio, discepolo, amico e cristiano.

Approfondisci
Associazione Famiglie Insieme

Associazione Famiglie Insieme

L’associazione (iscritta nel Registro Regionale delle associazioni di solidarietà familiare) è sorta nel gennaio 2002 e fin d’allora ha intrattenuto un costan-te dialogo operativo con il Consiglio di Zona 5, con le scuole di quartiere, con le associazioni locali e le altre parrocchie del de-canato Navigli.

Approfondisci
Gruppo Sportivo ASD SAMZ

Gruppo Sportivo ASD SAMZ

Fare sport in oratorio, denota coraggio e deter-minazione nel camminare controcorrente. Iscrivere un bambino o un ragazzo presso la A.S.D. SAMZ MIlano significa ricono-scere il valore e la bellezza dello stile cristiano, che atleti, genitori e allenatori, testimoniano con i il loro esempio di vita.

Approfondisci

Contattaci

  Via San Giacomo, 9,  20142, Milano

  •   +39 (02) 8460982
  •   +39 (02) 8460982
  •   

Scrivi al Parroco

  don Davide Milanesi

  •   +39 (02) 8460982
  •   +39 (02) 8460982
  •   

Aiuta l'Oratorio

Se sei disponibile

  •   a offrire del tempo
  • (anche solo un'ora !)
  • fa click  > qui <

Newsletter "il Seme"

Non ricevi la newsletter "il Seme" ?

  •   Inserisci la tua e-mail qui sotto:
Approvazione Privacy policy

Search