Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Per approfondire le cookie policy premi il bottone POLICY.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Liturgia del giorno 25 Maggio: S. Dionigi, vescovo, memoria SAN DIONIGI, VESCOVO [? - Cappadocia 360 ca.]
Il cardinale Dionigi Tettamanzi, centoquarantaduesimo successore di Sant’Anatalone sulla cattedra episcopale milanese, non è in il primo vescovo della città a portare tale nome. Vi fu già un altro Dionigi nel IV secolo, annoverato fra i ben 40 vescovi di Milano ad essere stati elevati agli onori degli altari come santi o beati. Fu eletto nel 349 circa nono vescovo della città, succedendo ad Eustorgio I. Le informazioni relative a San Dionigi, alla sua vita ed alle sue opere sono alquanto scarse. Tra i pochi avvenimenti noti del suo episcopato figura la sua partecipazione nel 355 ad un concilio tenutosi nel palazzo dell’imperatore ariano Costanzo, che era stato convocato al fine di condannare Sant’Atanasio. Quasi all’unanimità i vescovi presenti, spinti da una forte paura, firmarono il decreto, ma Dionigi di Milano, Eusebio di Vercelli e Lucifero di Cagliari si rifiutarono e vennero dunque esiliati in Oriente. San Dionigi fu destinato in Cappadocia e la sede episcopale milanese fu rimpiazzata da Assenzio, definito pertanto “vescovo usurpatore”. Purtroppo nel 360 circa Dionigi morì ancora esiliato, poco prima che l’imperatore Giuliano ne autorizzasse il rientro in patria. I suoi resti mortali furono poi inviati da San Basilio Magno al nuovo vescovo di Milano, Sant’Ambrogio, spiegandogli in una lettera ancora oggi conservata come autenticarne le reliquie. Ben tre parrocchie nel territorio dell’arcidiocesi milanese sono ancora a lui dedicata, rispettivamente a Milano, a Premana (prov. Lc) e a Carcano, frazione di Albavilla (prov. Co). .

(Fabio Arduino)

Prima di tutto grazie per il materiale che avete portato negli scorsi mesi !

Tutto ciò che donerete alla bottega, verrà puntualmente distribuito a chi ne ha bisogno !

Vi diamo qualche indicazione circa quello che ci serve e quello che abbiamo in abbondanza.

Abbiamo tanta pasta, riso, biscotti frollini, scatolame e omogeneizzati.

ba 06 SERVONO

TANTI PANNOLINI (soprattutto della misura media 7-18kg)

BISCOTTI DA BIBERON E PRODOTTI PER L'IGIENE INTIMA (ci sono tanti bambini piccoli).

DETERSIVI PER LAVATRICE, PIATTI E PRODOTTI PER L'IGIENE PERSONALE (shampoo, doccia, dentifricio, saponette non arrivano mai dal Banco Alimentare e dobbiamo sempre comprarli)

ZUCCHERO, FARINA E TONNO (arrivano saltuariamente dal Banco Alimentare e spesso dobbiamo comprarli)

ATTENZIONE: Ci sono prodotti di cui al momento NON abbiamo bisogno (pasta, riso, biscotti frollini, scatolame e omogeneizzati), avendone ricevuti molti dal Banco Alimentare.
UN ULTIMO SUGGERIMENTO: meglio tante confezioni piccole che ci permettono di aiutare più famiglie rispetto a poche confezioni grandi.

Le vostre offerte per noi sono UTILISSIME. Grazie di cuore !